Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘colnago csf bardiani’

Marco Coledan

Marco Coledan è il nuovo campione italiano dell’Inseguimento Individuale Open maschile. Il corridore della Colnago CSF Bardiani ha conquistato il titolo agli Assoluti di Pista in corso di svolgimento al velodromo coperto di Montichiari (Bs).

Superba la prestazione del 24enne trevigiano di Fontanelle che nella finale (4000 metri, 16 giri) a metà gara ha raggiunto e doppiato Alessandro De Marchi (Androni) chiudendo la sua prova in 4’19”. Una grande prestazione per Coledan che torna ad indossare il tricolore per la quinta volta nella sua carriera dopo i titoli del 2006 (juniores), e quelli open nel 2008, 2009 e 2010

Annunci

Read Full Post »

Sacha Modolo vince la 6° tappa del Giro di Turchia

Subito bis per la Colnago CSF Bardiani al Giro di Turchia. A sole ventiquattro ore dal trionfo di Andrea Di Corrado, oggi è toccato a Sacha Modolo concedere la replica nella sesta tappa che si disputata da Bodrum e Kusadasi sulla distanza di 181 chilometri. Lo sprinter della Colnago ha rotto il ghiaccio siglando la sua prima vittoria del 2012 a pochi giorni della partenza del Giro d’Italia. Sul traguardo ha nettamente superato gli australiani Goss e Renshaw, rispettivamente secondo e terzo.

“L’arrivo di oggi era adatto a me – ha spiegato Modolo dopo aver tagliato il traguardo – e la dedica è tutta per il bimbo o la bimba che arriverà e per la mia compagna Rossana, che di fatica in questi mesi ne sta facendo più di me”. E in chiave Giro aggiunge: “Siamo un gruppo affiatatissimo. Dopo questa vittoria, chiedo una cosa ai Reverberi, di portare Coledan al via della corsa rosa!”. Per Modolo il vero banco di prova sarà il Giro d’Italia: arrivare al top nella corsa rosa e vincere almeno una tappa, è l’obiettivo del trevigiano della Colnago CSF Bardiani.

Ordine d’arrivo

1. Sacha Modolo (Colnago CSF Bardiani) 4:34:00
2. Matthew Goss (GreenEDGE) m.t.
3. Mark Renshaw (Rabobank) m.t.
4. Lucas Sebastián Haedo (Saxo Bank) m.t.
5. Alexei Tsatevich (Katusha) m.t.
9. Marco Coledan (Colnago CSF Bardiani) m.t.
14. Andrea Pasqualon (Colnago CSF Bardiani) m.t.

Read Full Post »

Andrea Di Corrado

Fuga per la vittoria. Andrea Di Corrado mette le ali e spicca il volo verso la sua prima affermazione da professionista. Grande prestazione per il bergamasco di Verdellino della Colnago CSF Bardiani nella quinta tappa del Giro di Turchia, che oggi si è corsa da Marmaris a Turgutreis sulla distanza di 178 chilometri.
Il giovane ventitrenne, dapprima ha animato la fuga decisiva, poi a otto dall’arrivo si è involato verso il suo primo trionfo stagionale.
Di Corrado, che compirà 24 anni il 13 agosto, ha preceduto il danese Jorgensen e il francese Cousin di 39”.
”Sono felicissimo di questo trionfo” spiega Di Corrado “Stanotte avevo sognato mio nonno che è venuto a mancare un paio di mesi fa. Mi ha dato la spinta ed eccomi qua a festeggiare il primo successo tra i prof. Una vittoria che dedico alla famiglia, alla squadra della Colnago e a quanti mi sono vicini. La corsa? Ho studiato bene gli ultimi 10 km e ho attaccato nel punto prestabilito. Speravo tanto in questa vittoria anche perché in Turchia ci sono venuto per guadagnare un posto in vista del Giro d’Italia. Mi alleno spesso con Pinotti e mi piacerebbe diventare come lui”. Per la Colnago CSF Bardiani di Bruno e Roberto Reverberi è la quarta vittoria del 2012 dopo il successo di Marco Canola in una tappa del Giro della Malesia, e il trionfo nella terza frazione e in classifica generale al Giro del Trentino di Domenico Pozzovivo.

Ordine d’arrivo

1. Andrea Di Corrado (Colnago CSF Bardiani)
2. Jonas Aen Jorgensen (Saxo Bank) a 39”
3. Jerome Cousin (Europcar)
4. Alfredo Balloni (Farnese Vini)
5. Sebastién Duret (Bretagne-Schuller)

Read Full Post »

Domenico Pozzovivo all'arrivo sul Passo Pordoi

Trionfo finale di Domenico Pozzovivo nel Giro del Trentino. Ottava vittoria della carriera (prima in una corsa a tappe) per il lucano della Colnago CSF Bardiani che sul Passo Pordoi ha scandito il ritmo nell’ultimo chilometro sgretolando il gruppetto di migliori accontentandosi poi della terza posizione alle spalle dei colombiani Atapuma e Betancur. “Se ripenso al freddo che abbiamo patito per arrivare fin quassù mi vengono ancora i brividi” racconta un Pozzovivo raggiante per la vittoria. “In questo Giro ho ritrovato me stesso, il giusto colpo di pedale in salita e una determinazione importante per guardare con fiducia al prossimo Giro d’Italia. Noi della Colnago csf Bardiani abbiamo corso un ottimo Giro, partendo subito bene con la cronometro a squadre. Oggi sul Pordoi sono rimasto da solo, dopo che i miei compagni si erano dati in gran da fare tutto il giorno per mantenere la corsa chiusa. Un po’ tutti hanno cercato di attacarmi e non è stato facile rispondere. Per il resto non ho mai avuto momenti di grande crisi anzi, mi sentivo talmente bene che nel finale ho pure attaccato”.
Protagonista assoluto Domenico Pozzovivo, come non lo si vedeva da tempo. Lo scalatore lucano si è anche aggiudicato la maglia verde di leader del GPM. Sulle ali di questo entusiasmo lo scalatore lucano tornerà alle corse il prossimo weekend, in occasione del Gran Premio di Larciano (28 aprile).

CLASSIFICA FINALE

1. Domenico Pozzovivo (Colnago CSF Bardini) 12:57:47
2. Damiano Cunego (Lampre-ISD) a 40
3. Sylvester Szmyd (Liquigas-Cannondale) a 1:04
4. Carlos Betancur (Acqua&Sapone) a 1:12
5. José Rujano (Androni-Giocattoli) a 2:07
6. Roman Kreuziger (Astana) a 2:33
7. Hubert Dupont (AG2R-La Mondiale) a 2:34
8. Darwin Atapuma (Colombia-Coldeportes) a 3:55
9. Marco Pinotti (BMC) a 4:01
10. Mathias Frank (BMC) a 4:05

Read Full Post »

Domenico Pozzovivo sul traguardo di Punta Veleno

Domenico Pozzovivo spiana Punta Veleno e trionfa sulla traguardo della terza del Giro del Trentino, con arrivo a Brenzone, conquistando anche le insegne di leader della classifica generale. Maiuscola la prova del corridore lucano, della Colnago Csf Bardiani, sulla durissima ascesa di Punta Veleno in cui in lucano ha fatto la differenza. Composto, concentrato e mai in affanno, Pozzovivo con questo trionfo ha dato un segnale forte in previsione del prossimo Giro d’Italia che scatterà dalla Danimarca il 5 maggio.
”Oggi per me è una grande giornata, sono riuscito a mantenere la calma e a tenere in salita il passo che volevo” spiega Pozzovivo, 29 anni laureato in Economia Aziendale “La salita era talmente dura che ho dovuto usare il 34×29 e soltanto in vista del GPM sono passato al 34×27. Con la squadra siamo riusciti a controllare la situazione e quando sono partito ho fatto subito la differenza”.
Ti aspettiamo anche domani sul Pordoi? ”Speriamo. E’ una salita diversa, pedalabile dove conterà tanto la squadra nel tratto di pianura che precede il Pordoi.
Sicuramente ci saranno degli attacchi, mi fa paura soprattutto Kreuziger. Io sto bene e sono pronto a dare battaglia”.
Domenico Pozzovivo oltre ad indossare la maglia ciclamino di leader della generale è anche il detentore della maglia verde che contraddistingue il miglior scalatore del Giro.

Ordine d’arrivo

1. Domenico Pozzovivvo (Colnago CSF Bardiani) 4:04:26
2. Sylvester Szmyd (Liquigas-Cannondale) a 23
3. Damiano Cunego (Lampre-ISD) a 1:12
4. José Rujano (Androni-Giocattoli) a 1:20
5. Roman Kreuziger (Astana) a 1:46
6. Hubert Dupont (AG2R) a 2.07
7. Bartosz Huzarski (NetApp) a 2:12
8. José Serpa (Androni-Giocattoli) m.t.
9. Janez Brajkovic (Astana) m.t.
10. Carlos Betancur (Acqua&Sapone) a 2:34

Classifica Generale
1. Domenico Pozzovivvo (Colnago CSF Bardiani) 8:20:42
2. Damiano Cunego (Lampre-ISD) a 25
3. Sylvester Szmyd (Liquigas-Cannondale) a 49
4. Roman Kreuziger (Astana) a 50
5. Mathias Frank (BMC) a 1:42
6. Carlos Betancur (Acqua&Sapone) a 1:47
7. José Rujano (Androni-Giocattoli) a 1:48
8. Bartosz Huzarski (NetApp) m.t.
9. Marco Pinotti (BMC) m.t.
10. Hubert Dupont (AG2R) a 2:06

Read Full Post »

Brambilla Felline e Reda sul podio del 73° Giro dell'Appennino

Ottimo secondo posto di Gianluca Brambilla nel Giro dell’Appennino. E’ stata volata fra una ventina di corridori a segnare l’epilogo dellacorsa genovese, che ha visto protagonisti dal primo all’ultimo km i ragazzi della Colnago Csf Bardiani diretti da Roberto Reverberi.

La vittoria mancata per un soffio è comunque un segnale importante per Brambilla, 24 anni, sia in previsione dell’imminente Giro del Trentino (17-21 aprile) che per il prossimo Giro d’Italia. Un Giro dell’Appennino che la Colnago Csf Bardiani ha tenuto in mano fin dai primissimi chilometri lanciando nella lunga fuga il giovane neopro Marco Canola (vincitore della classifica finale del GPM). Poi, è toccato a Domenico Pozzovivo (oggi in gran spolvero su tutte le salite dell’Appennino), ricordarsi di essere un grande grimpeur tanto da scollinare per primo sul Passo dei Giovi, della Castagnola e della Bocchetta, con a ruota Scarponi e il colombiano Betancur. L’azione di Pozzovivo e compagni si protrae fino a 9 chilometri dalla conclusione. A sei dall’arrivo c’è anche l’allungo di Stefano Pirazzi che però il gruppo riprende. Volata finale con Brambilla che accarezza la vittoria e chiude la prova in seconda posizione.

Read Full Post »

Marco Canola

Il 23enne trevigiano Marco Canola regala il primo successo del 2012 alla Colnago CSF Bardiani e fa felice il suo direttore sportivo Roberto Reverberi.

Il successo è maturato nella settima tappa del Tour de Langkawi, 205 chilometri tra Bentong e Kuantan, ha visto prevalere il talentino della Colnago essendo il più veloce dei 13 corridori in fuga.

“A 15 chilometri dal traguardo ho suggerito a Marco di non tirare più” sottolinea Roberto Reverberi “e, visto che era il più veloce del gruppetto, di pensare solo alla vittoria”

Canola,  neo-professionista proveniente dalla Zalf Euromobile Desiree Fior, ha dedicato la sua prima vittoria a papà Walter, morto tre anni fa. “Mi sono allenato molto bene questo inverno” ha detto Marco “ma non mi aspettavo di vincere così presto”.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: